STRAIN - Work-related stress among health professionals in Switzerland

Le situazioni di stress sono all’ordine del giorno per il personale qualificato del settore sanitario. Lo studio «STRAIN» della Scuola universitaria professionale bernese intende precisare l’entità di questo stress per i professionisti della salute in tutta la Svizzera e ridurlo in modo mirato tramite interventi.

Situazione iniziale

La carenza di personale qualificato nella sanità svizzera è un argomento di grande attualità. Questa carenza nasce da una parte dall’invecchiamento della popolazione, con il conseguente aumento di richiesta di professionisti della salute, e dall’altra dal pensionamento, a sua volta correlato a questa situazione, del personale sanitario ancora attivo. A ciò si aggiunge l’elevato stress lavorativo nelle professioni, che può avere un’origine diversa. Possono avere un effetto di stress sul personale, per esempio, gli influssi ambientali come rumore e confusione costante, nonché la quantità di lavoro e i suoi contenuti o notevoli esigenze quantitative in tempi ridotti. Vanno considerate inoltre le strutture organizzative, come la regolamentazione dell’orario di lavoro e l’equilibrio tra lavoro e vita privata, nonché il clima sociale tra le persone e tra i livelli gerarchici. Inoltre, la qualificazione personale ha un ruolo importante: al personale altamente qualificato mancano in parte le possibilità di sviluppo.

Lo stress sul posto di lavoro può avere ripercussioni negative sulla soddisfazione del personale e sulla sua salute personale fisica e mentale.

l’obiettivo

Lo studio ha l’obiettivo di registrare i fattori di stress dei professionisti della salute sul posto di lavoro e di ridurli a lungo termine. Si intende così promuovere la salute e la soddisfazione sul lavoro dei professionisti della salute svizzeri e accrescere l’attrattiva complessiva delle professioni sanitarie.

Metodo

La carenza di professionisti della salute presente in Svizzera è intensificata in misura crescente dallo stress legato al lavoro. Per la prima volta, pertanto, dal 2017 al 2020 verrà condotto su tutto il territorio svizzero uno studio d’intervento randomizzato di tipo longitudinale con gruppo di controllo.

Struttura del progetto

Lo studio viene condotto in tutta la Svizzera nei settori ospedali acuti, cliniche di riabilitazione, cliniche psichiatriche, cura a domicilio, nonché cura e assistenza di lunga durata, in organizzazioni selezionate casualmente (campione casuale rappresentativo a livello geografico). Nelle organizzazioni partecipanti viene rilevato lo stress legato al lavoro dei collaboratori in campo infermieristico, delle professioni medico-tecniche e medico-terapeutiche, nonché del corpo medico. A questo scopo si utilizza un questionario online, in tre momenti di misurazione nel corso di 4 anni, che riguarda temi come i possibili fattori scatenanti di stress, le reazioni allo stress e le conseguenze a lungo termine. Queste informazioni verranno integrate con gli indicatori aziendali (per es. assenze per malattia, numero di giorni di ferie, ecc.). In singole organizzazioni partecipanti, verrà inoltre svolta un’osservazione esterna dei collaboratori durante una giornata di lavoro. Nel corso dello studio, ai collaboratori verranno poste domande, per un totale di tre volte, a distanza di un anno - un anno e mezzo. Ciò non solo consentirà di effettuare un’analisi una tantum della situazione, ma permetterà anche di individuare i fattori di stress costanti e variabili e le conseguenze a lungo termine che ne derivano per i collaboratori, nonché per l’organizzazione.

BFH-Gesundheit STRAIN - struttura del progetto

La prima misurazione è il rilevamento di base. I dati così ottenuti vengono analizzati per ciascuna organizzazione. Le organizzazioni con il potenziale di ottimizzazione più alto saranno suddivise casualmente in due gruppi (gruppo d’intervento e gruppo di controllo). Successivamente sarà eseguita la prima misurazione (prima dell’intervento) e in tal modo verrà rilevato lo stato di fatto prima della formazione e del coaching. Il personale dirigente del gruppo d’intervento riceverà una formazione sulla gestione dello stress da lavoro (personale e per i collaboratori), così come un coaching. Il programma di formazione viene sviluppato prima, sulla base di interviste a focus group e di una ricerca sistematica nella letteratura, e contiene misure basate sull’evidenza e relative all’attuazione pratica per la riduzione dello stress da lavoro nei professionisti della salute. Nella seconda misurazione verrà rilevato lo stato di fatto dopo la formazione e il coaching. I valori della prima e della seconda misurazione verranno confrontati per poter mostrare alla fine l’effetto degli interventi.

Infine, tutte le organizzazioni partecipanti riceveranno un rapporto basato sui dati rilevati, nonché una raccomandazione operativa su misura per la riduzione dello stress da lavoro.

Le valutazioni dei dati in forma anonima, con le relative conclusioni, saranno pubblicate dal gruppo di progetto nell’ambito di articoli specialistici.

Il team del progetto

  • Prof. Dr. phil. hist. Andrea Gurtner; Docente Dipartimento Economia, BFH
  • Prof. Dr. med. Albert Zeyer; Docente BFH Sanità
    Angela Blasimann, MSc Fisioterapia; collaboratrice scientifica BFH Sanità
  • Caroline Gurtner, MSc in Nursing; collaboratrice scientifica BFH Sanità
  • Christoph Golz, MSc in Nursing; collaboratore scientifico BFH Sanità
  • Fabienne Renggli, BScN; assistente scientifico BFH Sanità
  • Prof. Dr. Sabine Hahn, PhD, CNS; responsabile del progetto globale «Strategia per contrastare la carenza di personale tra le professioni sanitarie» BFH Sanità

Partner del progetto

  • Prof. Dr. Annie Oulevey Bachmann, PhD; HES-SO
  • Prof. Dr. Christian Voirol, PhD; HES-SO
  • Dr. Stefan Juerg Kunz, PhD; SUPSI
  • Prof. Dr. Veronique Haberey-Knuessi, PhD; HES-SO